Valutazione della Componente Ambientale

PANORAMICA

Alla luce della Legge del 23 dicembre 2000, n. 388, abbiamo realizzato per i nostri clienti analisi tecniche documentali per la valutazione di investimenti ambientali notevoli. Il supporto che abbiamo fornito ha permesso di valorizzare e riconoscere in termini economici gli sforzi volti alla sostenibilità di imprese lungimiranti.

 

DEFINIZIONI

Tutela ambientale: è rivolta alla tutela ambientale qualsiasi azione che porta un rimedio o  previene un pregiudizio all’ambiente fisico o alle risorse naturali, o promuove l’utilizzazione razionale di tali risorse.

Investimento ambientale: il costo di acquisto delle immobilizzazioni materiali di cui all’articolo 2424, primo comma, lettera B), n II, del codice civile, necessarie per prevenire, ridurre e riparare danni causati all’ambiente.

Approccio incrementale: i benefici per gli investimenti ambientali sono rigorosamente limitati ai costi d’investimento supplementari necessari per conseguire gli obiettivi di tutela ambientale.

Componente ambientale: quota parte dell’investimento realizzato al fine di ottenere migliorie ambientali dalla restante parte dell’investimento stesso.

 

NORMATIVA DI RIFERIMENTO

Legge del 23 dicembre 200 n. 388: Disposizioni in materia di tassazione del reddito di impresa – Articolo 6, comma 15

Normativa Unione Europea: Disciplina comunitaria degli aiuti di Stato per la tutela dell’Ambiente (2001/C 37/03)

Agenzia delle Entrate: Circolare del 03/01/2001 n.1; Risoluzione del 11/07/2002 n.226; Risoluzione del 25/07/2005 n.95/E; Risoluzione del 05/08/2010 n.78